Презентация - Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza

Смотреть слайды в полном размере
Презентация Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza


Вашему вниманию предлагается презентация на тему «Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza», с которой можно предварительно ознакомиться, просмотреть текст и слайды к ней, а так же, в случае, если она вам подходит - скачать файл для редактирования или печати.

Презентация содержит 57 слайдов и доступна для скачивания в формате ppt. Размер скачиваемого файла: 790.50 KB

Просмотреть и скачать

Pic.1
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza I
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza I. T. I. S. Avogadro –Torino-
Pic.2
D. M. I. 30. 11. 1983: Termini e definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi
D. M. I. 30. 11. 1983: Termini e definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi
Pic.3
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 3
Pic.4
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 4
Pic.5
CENNI STORICI Infortuni sul lavoro DPR 547/55 DPR 689/59 …. . DL 626/94 DL 493/96 DM 10. 3. 98
CENNI STORICI Infortuni sul lavoro DPR 547/55 DPR 689/59 …. . DL 626/94 DL 493/96 DM 10. 3. 98
Pic.6
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A Definizioni generali di P. I. 1. Caratteristiche costruttive 2 . Di
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A Definizioni generali di P. I. 1. Caratteristiche costruttive 2 . Distanze 3. Affollamento - Esodo 4. Mezzi Antincendio 5. Tolleranze e misure
Pic.7
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 7
Pic.8
Norme tecniche successive Norme tecniche successive D. M. 10. 3. 98 Norme UNI e CEI Bibliografia
Norme tecniche successive Norme tecniche successive D. M. 10. 3. 98 Norme UNI e CEI Bibliografia
Pic.9
D. M. 9. 4. 94 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la costruzione e l’eserc
D. M. 9. 4. 94 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la costruzione e l’esercizio delle attività ricettive turistiche-alberghiere Art. 4 termini e definizioni spazio calmo corridoio cieco
Pic.10
D. M. 12. 4. 96 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la co
D. M. 12. 4. 96 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio degli impianti termici alimentati da combustibili gassosi Art. 1. 1 termini e definizioni a) …. . . m) locale esterno o) locale interrato v) ……….
Pic.11
D. M. 10. 3. 98 Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza nei luogh
D. M. 10. 3. 98 Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro Art. 3. 1 definizioni - affollamento - luogo sicuro - percorso protetto - uscita di piano - via di uscita
Pic.12
UNI 10779 mag. /2002 Impianti di estinzione incedni - Reti di idranti - Progettazione, installazione
UNI 10779 mag. /2002 Impianti di estinzione incedni - Reti di idranti - Progettazione, installazione ed esercizio Art. 3 termini e definizioni 3. 12 - idrante a muro …. . . 3. 21 - pressione statica
Pic.13
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 13
Pic.14
LUOGO SICURO D. M. 30. 11. 83 Spazio scoperto ovvero compartimenti antincendio - separati da altri c
LUOGO SICURO D. M. 30. 11. 83 Spazio scoperto ovvero compartimenti antincendio - separati da altri compartimenti mediante spazio scoperto o filtri a prova di fumo - avente caratteristiche idonee a ricevere e contenere un predeterminato numero di persone (luogo sicuro statico) ovvero a consentirne il movimento ordinato (luogo sicuro dinamico).
Pic.15
LUOGO SICURO D. M. 10. 03. 98 Luogo dove le persone possono ritenersi al sicuro dagli effetti di un
LUOGO SICURO D. M. 10. 03. 98 Luogo dove le persone possono ritenersi al sicuro dagli effetti di un incendio.
Pic.16
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 16
Pic.17
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 17
Pic.18
APPROCCIO TECNICO A TERMINI E DEFINIZIONI ESEMPI VARI
APPROCCIO TECNICO A TERMINI E DEFINIZIONI ESEMPI VARI
Pic.19
D. P. R. 37/98 art. 5 1. Gli Enti e i privati responsabili di attività soggette ai controlli di prev
D. P. R. 37/98 art. 5 1. Gli Enti e i privati responsabili di attività soggette ai controlli di prevenzione incendi hanno l’obbligo di mantenere in stato di efficienza i sistemi, i dispositivi, le attrezzature e le altre misure di sicurezza antincendio adottate e di effettuare verifiche di controllo ed interventi di manutenzione secondo cadenze temporali ……. .
Pic.20
D. P. R. 37/98 art. 5 2. I controlli, le verifiche, gli interventi di manutenzione, l’informazione e
D. P. R. 37/98 art. 5 2. I controlli, le verifiche, gli interventi di manutenzione, l’informazione e la formazione del personale, che vengono effettuati devono essere annotati in un apposito registro a cura dei responsabili dell’attività. ……. .
Pic.21
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Sorveglianza: controllo visivo atto a verificare che le attrezzature e
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Sorveglianza: controllo visivo atto a verificare che le attrezzature e gli impianti antincendio siano nelle normali condizioni operative, siano facilmente accessibili e non presentino danni materiali accertabili tramite esame visivo. La sorveglianza può essere effettuata dal personale normalmente presente nelle aree protette dopo aver ricevuto adeguate istruzioni.
Pic.22
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 1. sorveglianza: consiste in una mi
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 1. sorveglianza: consiste in una misura di prevenzione atta a controllare, con costante e particolare attenzione, l’estintore nella posizione in cui è collocato, tramite l’effettuazione dei seguenti accertamenti …….
Pic.23
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Controllo Periodico: insieme di operazioni da effettuarsi con frequenza
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Controllo Periodico: insieme di operazioni da effettuarsi con frequenza almeno semestrale, per verificare la completa e corretta funzionalità delle attrezzature e degli impianti.
Pic.24
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 2. controllo: consiste in una misur
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 2. controllo: consiste in una misura di prevenzione atta a controllare, con frequenza almeno semestrale, l’efficienza dell’estintore tramite l’effettuazione dei seguenti accertamenti …….
Pic.25
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Manutenzione: operazione od intervento finalizzato a mantenere in effic
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Manutenzione: operazione od intervento finalizzato a mantenere in efficienza ed in buono stato le attrezzature e gli impianti.
Pic.26
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Manutenzione ordinaria: operazione che si attua in loco, con strumenti
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Manutenzione ordinaria: operazione che si attua in loco, con strumenti ed attrezzi di uso corrente. Essa si limita a riparazioni di lieve entità, abbisognevoli unicamente di minuterie e comporta l’impiego di materiali di consumo di uso corrente o la sostituzione di parti di modesto valore espressamente previste.
Pic.27
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 3. revisione: consiste in una misur
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 3. revisione: consiste in una misura di prevenzione, di frequenza almeno pari a quella indicata nel prospetto, atta a rendere perfettamente efficiente l’estintore, tramite tramite l’effettuazione dei seguenti accertamenti e interventi …….
Pic.28
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Manutenzione straordinaria: intervento di manutenzione che non può esse
Art. 6. 2 - D. M. 10. 03. 98 Manutenzione straordinaria: intervento di manutenzione che non può essere eseguita in loco o che, pur essendo eseguita in loco, richiede mezzi di particolare importanza oppure attrezzature o strumentazioni particolari o che comporti sostituzione di impianto o la completa revisione o sostituzione di apparecchi per i quali non sia possibile o conveniente la riparazione
Pic.29
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 3. collaudo: consiste in una misura
Art. 5 UNI 9994/marzo92 estintori - d’incendio - manutenzione 5. 3. collaudo: consiste in una misura di prevenzione atta a verificare, con frequenza sotto specificata, la stabilità del serbatoio o della bombola dell’estintore, in quanto facenti parte di apparecchi a pressione.
Pic.30
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A punto 5 tolleranze delle misure Ai fini delle presenti indicazioni
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A punto 5 tolleranze delle misure Ai fini delle presenti indicazioni e tenuto conto dei criteri di tolleranza normalmente in uso per i dati quantitativi facenti parte delle normative o delle prescrizioni tecniche, si stabiliscono le tolleranze ammesse per le misure di vario tipo riportate nei termini e definizioni generali di prevenzione incendi.
Pic.31
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 31
Pic.32
DPR 547/55 art. 14 come modificato da D. Lvo. 626/94 suc. var. 5. Alle porte per le quali è prevista
DPR 547/55 art. 14 come modificato da D. Lvo. 626/94 suc. var. 5. Alle porte per le quali è prevista una larghezza minima di m. 1,20 è applicabile una tolleranza in meno del 5% (cinque per cento). Alle porte per le quali è prevista una larghezza minima di m. 0,80 è applicabile una tolleranza in meno del 2% (due per cento).
Pic.33
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 33
Pic.34
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 34
Pic.35
?
?
Pic.36
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A Definizioni generali di P. I. 1. Caratteristiche costruttive 2 . Di
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A Definizioni generali di P. I. 1. Caratteristiche costruttive 2 . Distanze 3. Affollamento - Esodo 4. Mezzi Antincendio 5. Tolleranze e misure
Pic.37
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 1. Altezza ai fini antincendio de
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 1. Altezza ai fini antincendio degli edifici civili
Pic.38
C. M. I. 25/82 Altezza in gronda
C. M. I. 25/82 Altezza in gronda
Pic.39
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 2. Altezza dei piani
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 2. Altezza dei piani
Pic.40
1. 3. Carico d’incendio 1. 4. Carico d’incendio specifico 1. 5. Compartimento antincendio 1. 6. Comp
1. 3. Carico d’incendio 1. 4. Carico d’incendio specifico 1. 5. Compartimento antincendio 1. 6. Comportamento al fuoco 1. 7. Filtro a prova di fumo
Pic.41
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 8. Intercapedine antincendi
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 8. Intercapedine antincendi
Pic.42
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 8. Intercapedine antincendi
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 8. Intercapedine antincendi
Pic.43
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 8. Intercapedine antincendi
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 8. Intercapedine antincendi
Pic.44
1. 9. Materiale 1. 10. Reazione al fuoco 1. 11. Resistenza al fuoco
1. 9. Materiale 1. 10. Reazione al fuoco 1. 11. Resistenza al fuoco
Pic.45
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
Pic.46
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
Pic.47
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
Pic.48
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 12. Spazio scoperto
Pic.49
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 13. Superficie lorda di un compar
D. M. I. 30. 11. 1983 Allegato A 1. Caratteristiche costruttive 1. 13. Superficie lorda di un compartimento
Pic.50
2. 1. Distanze di sicurezza esterna 2. 2. Distanze di sicurezza interna 2. 3. Distanze di protezione
2. 1. Distanze di sicurezza esterna 2. 2. Distanze di sicurezza interna 2. 3. Distanze di protezione
Pic.51
2. Distanze 3. Affollamento - esodo 4. Mezzi Antincendio 5. Tolleranza delle misure
2. Distanze 3. Affollamento - esodo 4. Mezzi Antincendio 5. Tolleranza delle misure
Pic.52
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 52
Pic.53
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 53
Pic.54
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 54
Pic.55
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 55
Pic.56
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 56
Pic.57
Termini e definizioni generali e simboli grafici di Prevenzione Incendi e segnaletica di sicurezza, слайд 57


Скачать презентацию

Если вам понравился сайт и размещенные на нем материалы, пожалуйста, не забывайте поделиться этой страничкой в социальных сетях и с друзьями! Спасибо!